{*OLD: cookieChoices.showCookieConsentBar('​​This site uses cookies. By continuing to browse the site, you are agreeing to our use of cookies.', 'Close', 'Find out more.', 'http://itea.kine.coop/Legal-Notes');*}

Un altro strumento che ITEA S.p.A. può utilizzare per rispondere alle esigenze abitative è quello del “canone concordato”. In casi particolari previsti dalla normativa (ad esempio quando le graduatorie per il canone sostenibile sono esaurite o gli alloggi non presentano le caratteristiche di idoneità per l’edilizia abitativa pubblica) ITEA S.p.A. - mediante un avviso pubblico per la formazione di una graduatoria - individua i nuclei con i quali stipulare un contratto a “canone concordato”. 
A chi si rivolge?
Il canone concordato è uno strumento specifico e serve a tutelare le famiglie dalle tensioni speculative del mercato, quindi a proteggere il soddisfacimento del fabbisogno abitativo di nuclei familiari che stanno nella più volte citata zona grigia, cioè quella si interpone tra gli interventi a canone sociale ed il libero mercato della locazione abitativa.
I requisiti per rispondere ai bandi e presentare la domanda sono*:
- Cittadinanza dell’Unione Europea o permesso di soggiorno CE per cittadini extra unione Europea;
- Residenza anagrafica continuativa nella provincia di Trento da almeno 3 anni;
- Reddito complessivo (ai fini fiscali) del nucleo familiare, pari o superiore al “reddito minimo richiesto” indicato di volta in volta nel bando e proporzionale al numero dei componenti del nucleo;
- Non avere morosità verso Itea, né aver subito sfratti.
le informazioni riportate sono puramente indicative. Consultare di volta in volta i singoli bandi/avvisi per la verifica dei requisiti richiesti
Importo del canone e tipologia del contratto
L’importo del canone concordato, inferiore ai canoni liberi di mercato, è calcolato nel rispetto degli accordi territoriali fra le associazioni maggiormente rappresentative della proprietà edilizia e dei conduttori.  Il contratto di locazione, stipulato ai sensi dell'art. 2 comma 3 della legge n. 431/98, ha una durata di anni 6+2, salvo disdetta motivata nei soli casi previsti dalla legge. 
Per essere sempre informato sui nuovi bandi iscriviti alla nostra newsletter e seleziona la voce “Immobiliare”. Riceverai periodicamente i nostri avvisi direttamente nella tua casella di posta elettronica 
Bandi in corso:

al momento non ci sono nuovi bandi o avvisi in corso

Bandi attivi (0) | Mostra archiviati (14)