{*OLD: cookieChoices.showCookieConsentBar('​​This site uses cookies. By continuing to browse the site, you are agreeing to our use of cookies.', 'Close', 'Find out more.', 'http://itea.kine.coop/Legal-Notes');*}

Accessibilità
La Provincia autonoma di Trento si è impegnata in materia già con la legge provinciale 10 settembre 2003, n. 8.  Questa è la definizione di “accessibilità” che ivi è data all’art. 23 comma 2:
"L'accessibilità di un sito web va intesa come la proprietà dei sistemi informatici di essere fruibili senza discriminazioni derivanti da disabilità; in tal senso un sito web accessibile può essere visitato da qualsiasi utente indipendentemente dal computer, dalla velocità del collegamento, dal browser, dall'interfaccia utente, dalle periferiche alternative utilizzati. I contenuti e le presentazioni devono altresì essere sempre indipendenti l'uno dall'altra".

A livello nazionale, la fonte principale è costituita dalla legge 4/2004, come modificata dal D. Lgs. 106/2018, il cui art. 2, comma 1, lett.a), definisce l’accessibilità come "la capacità dei sistemi informatici, ivi inclusi i siti web e le applicazioni mobili, nelle forme e nei limiti consentiti dalle conoscenze tecnologiche, di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari".

La normativa nazionale [legge 4/2004, D.P.R. 75/2005, D.M. 8 luglio 2005 e relativo allegato A] faceva inizialmente riferimento alle Web Content Accessibility Guidelines 1.0 (WCAG 1.0).

Il 16 settembre 2013 è stato pubblicato il decreto ministeriale del 20 marzo 2013 che aggiorna l'allegato A del precedente D.M. del 2005, definendo i requisiti tecnici di accessibilità ed i relativi punti di controllo per la verifica di conformità sulla base dei Principi, delle Linee guida e dei Criteri di successo contenuti nella Recommendation che il World Wide Web Consortium (W3C) – Web Accessibility Initiative (WAI) ha pubblicato l’11 dicembre 2008 e che contiene le Web Content Accessibility Guidelines 2.0 (WCAG 2.0). 

Le WCAG 2.0 sono diventate quindi il riferimento, anche a livello provinciale, in base al richiamo espresso presente nell’art. 23 commi 1 e 3, della L.P. 8/2003.

In base all’art. 2 comma 4 del D.Lgs. 106/2018, il decreto del Ministro per  l'innovazione  e  le  tecnologie  8 luglio 2005, sarà abrogato a decorrere dalla data di pubblicazione delle linee guida di cui  all’art.  11  della  legge  n.  4/2004,  come sostituito dall’art. 1, comma 10, del D.Lgs. 106/2018 medesimo.

Documentazione provinciale e nazionale: http://www.provincia.tn.it/accessibilita/

Accessibilità del sito di ITEA S.p.A.

Lo sviluppo di soluzioni ICT, hardware, software, web-based per la PA ha come requisito fondamentale l’accessibilità.
La normativa sancisce che tutte le persone devono poter usare applicazioni software, siti Web, servizi on line, app, documenti elettronici, indipendentemente da eventuali limitazioni, ad esempio limitazioni fisiche, tecnologiche o ambientali.
Nessun utente deve essere discriminato, anche se si trova ad operare in una situazione di particolare difficoltà fisica, e deve quindi poter fruire di tutte le informazioni e i servizi digitali rilasciati da un ente pubblico.
Il Decreto Ministeriale del 20 marzo 2013 individua i 12 requisiti da rispettare che derivano da principi internazionali. Per essere a norma, il sito web di una PA deve soddisfare tutti i controlli WCAG 2.0 fino al livello AA.
https://design-italia.readthedocs.io/it/stable/doc/service-design/accessibilita.html

Il sito web di Itea Spa quindi è stato realizzato applicando accorgimenti e metodologie che tengano conto delle esigenze di tutti i cittadini e dei 12 requisiti tecnici di accessibilità che sono stati definiti sulla base dei principi, delle linee guida e dei criteri di successo contenuti nella Recommendation che il World Wide Web Consortium (W3C) – Web Accessibility Initiative (WAI) ha pubblicato l’11 dicembre 2008 e che contiene le Web Content Accessibility Guidelines 2.0 (WCAG 2.0).

I quattro principi ispiratori descritti nella WCAG 2.0 sono i seguenti:

Principio 1: Percepibile
Le informazioni e i componenti dell’interfaccia utente devono essere presentati in modo che possano essere fruiti attraverso differenti canali sensoriali.
Principio 2: Utilizzabile
I componenti dell’interfaccia utente e i comandi in essa contenuti devono essere utilizzabili senza ingiustificati disagi o vincoli per l’utente.
Principio 3: Comprensibile
Gli utenti devono poter comprendere le modalità di funzionamento dell’interfaccia e le azioni in essa contenute, necessarie per ottenere servizi e informazioni.
Principio 4: Robusto
Il contenuto deve essere abbastanza robusto da poter essere interpretato in modo affidabile da una vasta gamma di programmi utilizzati dall’utente, comprese le tecnologie assistive.

Dai quattro principi discendono le 12 linee guida che forniscono gli obiettivi di base per rendere il contenuto più accessibile agli utenti con diverse disabilità.

Requisito 1 - Alternative testuali
Fornire alternative testuali per qualsiasi contenuto di natura non testuale in modo che il testo predisposto come alternativa possa essere fruito e trasformato secondo le necessità degli utenti, come per esempio convertito in stampa a caratteri ingranditi, in stampa Braille, letto da una sintesi vocale, simboli o altra modalità di rappresentazione del contenuto.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito in quanto il contenuto non testuale è puramente decorativo e laddove necessario il portale fornisce alternative testuali per ogni oggetto non testuale presente che abbia scopi informativi.

Requisito 2 - Contenuti audio, contenuti video, animazioni
Fornire alternative testuali equivalenti per le informazioni veicolate da formati audio, formati video, formati contenenti immagini animate (animazioni), formati multisensoriali in genere.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito con qualche criticità.
I contenuti audio e video, sono presenti nella sezione Comunicazione e non sono accompagnati con una descrizione testuale equivalente o sottotitoli sincronizzati ancorchè i contenuti non hanno scopo informativo ma riguardano interviste e dichiarazioni rilasciate dagli amministratori, in occasione di eventi mediatici, i cui contenuti sono riportati all’interno dei comunicati stampa.

Requisito 3 - Adattabile
Creare contenuti che possano essere presentati in modalità differenti (ad esempio, con layout più semplici), senza perdita di informazioni o struttura.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito.
Il portale permette la presentazione delle informazioni con layout di pagina semplici senza perdita di struttura e/o informazioni. Questo requisito viene soddisfatto anche grazie ad una buona organizzazione dei contenuti e della navigazione tra pagine, sezioni e blocchi di contenuto che garantisce una gerarchia delle informazioni intelligente ed intuitiva.

Requisito 4 - Distinguibile
Rendere più semplice agli utenti la visione e l’ascolto dei contenuti, separando i contenuti in primo piano dallo sfondo.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito.
I contrasti e le differenza di colore fra primo piano e sfondo sono sempre sufficientemente elevati. Non sono utilizzate colorazioni come unica modalità per rappresentare informazioni.

Requisito 5 - Accessibile da tastiera
Rendere disponibili tutte le funzionalità anche tramite tastiera.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito.
Sono state impiegate tecniche di programmazione che permettono la navigazione del sito web attraverso l’uso della tastiera senza altri supporti.

Requisito 6 - Adeguata disponibilità di tempo
Fornire all’utente tempo sufficiente per leggere ed utilizzare i contenuti.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito.
Non sono presenti funzioni temporizzate utilizzate nel sito web in modo da non impedire o limitare la consultazione delle informazioni.

Requisito 7 - Crisi epilettiche
Non sviluppare contenuti che possano causare crisi epilettiche.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito.
I contenuti non prevedono né per scopi informativi né per scopi estetici l'utilizzo di oggetti o scritte lampeggianti.

Requisito 8 - Navigabile
Fornire all'utente funzionalità di supporto per navigare, trovare contenuti e determinare la propria posizione nel sito e nelle pagine.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito.
Il portale mette a disposizione degli utenti le funzionalità per navigare, trovare contenuti e determinare la propria posizione nel sito e nelle pagine. Sono disponibili funzioni che permettono il "salto diretto" al blocco del contenuto, al menu di navigazione principale e di pagina. Sono previsti automatismi per la corretta gestione dei titoli di pagina e tale informazione è specificata tramite appositi tag html. Attraverso un uso intelligente del tabindex, l’utente può scorrere l’ordine del focus in maniera logica e sequenziale, in base ai contenuti mostrati. Per il focus viene utilizzato un indicatore grafico ben visibile e chiaramente identificabile dall’utente che mostra l’elemento su cui è posto.

Requisito 9 - Leggibile
Rendere leggibile e comprensibile il contenuto testuale.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito.
In ogni pagina del Sito Web è specificata la lingua di riferimento in modo che gli strumenti di tecnologia assistiva possano determinarla in automatico.

Requisito 10 - Prevedibile
Creare pagine web che appaiano e che si comportino in maniera prevedibile.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito.
Nel sito web non sono presenti componenti che, se ricevuto il focus, avviano in automaticamente un cambiamento di contesto o che possano causare un cambio di contesto senza che l’utente abbia operato con coscienza una conferma.

Requisito 11 - Assistenza nell'inserimento di dati e informazioni
Aiutare l’utente ad evitare gli errori ed agevolarlo nella loro correzione.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito.
Al momento il Portale non ha moduli di registrazione o che richiedano la compilazione tranne per la compilazione del campo della ricerca: in corrispondenza del quale sono presenti specifiche 'label' o 'etichette' descrittive. Queste label ed etichette sono rese compatibili agli strumenti basati su tecnologia assistiva. In fase di compilazione dei moduli, è sempre disponibile l’indicazione, in forma testuale e grafica, della presenza di eventuali errori in maniera specifica sul campo che presenta il problema.

Requisito 12 - Compatibile
Garantire la massima compatibilità con i programmi utente e con le tecnologie assistive.
Dichiarazione: il portale rispetta il requisito.
I linguaggi di marcatura sono utilizzati in modo conforme alle specifiche previste nelle relative grammatiche formali di riferimento. I linguaggi impiegati nello sviluppo sono i seguenti: XHTML: (versione 5), CSS (versione 3), XML, PHP Nello sviluppo del sito web si è provveduto a specificare, per ciascun elemento dell’interfaccia utente, le tre caratteristiche necessarie ai fini dell’accessibilità: nome, ruolo e valore. Per la corretta applicazione di ciascun attributo si è fatto riferimento alle specifiche WAI-ARIA poiché le regole di applicazione cambiano in base al contesto. Le notifiche sui cambi di stato di questi elementi sono rese disponibili ai programmi utente, incluse le tecnologie assistive.

Catalogo di dati, metadati e banche dati

Banca dati utilizzata dalla Struttura:

- Ref Building: Il programma informatico REF Building (Real Estate Software) contiene i dati fisici, patrimoniali, tavolari, catastali di tutti gli immobili di proprietà della Società o in sua gestione. Gestisce le procedure relative a: ricezione segnalazioni, emissione ordini di lavoro, riscontro contabile,  riaddebito. Gestisce inoltre la banca dati dei  contratti di locazione per quanto riguarda la stipulazione, decorrenza, scadenza, imposta di registro, fatturazione canone, disdetta, revoca ecc.

Creato il 31 Dicembre 2014, 00:00
Modificato il 25 Ottobre 2018, 00:00